Ruggito Boça: Castelcovati k.o. all’Overtime

il

È stato necessario un overtime per consegnare al Boça Basket ’89 uno splendido successo maturato ai danni di Castelcovati con il risultato finale di 93-87: i bianco-verdi erano chiamati ad una prova di riscatto che potesse porre fine alla striscia di k.o. consecutivi e non hanno deluso le attese, riuscendo dunque a dare una scossa positiva alla graduatoria.

Basta assistere alle prime battute di gioco per intuire la rabbia agonistica dei padroni di casa: l’asse Gaiti-Coletti funziona a meraviglia e il Boça guadagna presto un possesso di margine nei confronti di un Castelcovati a tratti impreciso sotto canestro nonostante le buone trame. La tripla di Catterina E. pare ristabilire la parità prima del termine del primo quarto, ma la risposta dal perimetro di Gaiti ed il contropiede di Avino portano il parziale sul 21-16. Il margine dei locali incrementa con l’avvio della seconda frazione, ma anche in questo caso sono i tiri dal perimetro a tenere in vita gli ospiti: prima Taddeolini e poi Catterina E. riportano i giallo-neri in scia, approfittando anche della doppia ingenuità di Gaiti nei confronti del direttore di gara che costa al 17 bianco-verde l’espulsione. Nonostante il momento di sbandamento, però, il Boça mantiene la leadership e giunge all’intervallo sul punteggio di 40-38.

cas 1

L’equilibrio prosegue anche nella ripresa: le due squadre si mantengono a distanza ravvicinata con le rispettive realizzazioni di Avino e Ongaro da un lato e Bertoli e Superti dall’altro. Prima del termine del terzo periodo gli ospiti passano anche a condurre per la prima volta dopo le fasi iniziali, ma è solo un illusione in quanto il Boça ristabilisce la parità (58-58) poco prima della sirena. Si preannuncia quindi un duello finale punto a punto, presagio che non viene assolutamente smentito: l’equilibrio pare spezzarsi ad un minuto dal termine quando Catterina G. firma in contropiede il sorpasso del 76-77 a cui seguono i liberi di Bertoli. Con tre lunghezze da recuperare ed una decina di secondi dalla sirena finale, coach Gimondi affida il possesso a Manni, il quale non delude dalla linea dei tre punti infilando un canestro che vale il pareggio e l’overtime. Lo stesso numero 4 bianco-verde è protagonista anche nel supplementare quando, sulla parità di 86-86, rompe l’equilibrio con un’altra tripla che a 21 secondi dal termine suona come una sentenza per Castelcovati: i liberi realizzati da Poloni, infatti, sanciscono il gap decisivo che consegna la vittoria al Boça per 93-87.

cas 4

La prestazione mostrata sul parquet dai ragazzi di coach Gimondi è una forte risposta ai dubbi sorti durante le ultime uscite: i bianco-verdi hanno giocato da squadra, concreti e lucidi anche nei momenti di flessione incontrati durante il match. A questa prova occorre ora dare continuità, a partire dalla trasferta che li attende sul parquet della Visconti Brignano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...